A.I.D.B. Italia

logoaidb

Gentili colleghi

È ad oggi il 13° anno di vita dell’Associazione Italiana Docenti Bobath (AIDB) nata nel 2004.

Numerosi cambiamenti sono avvenuti all’interno dell’Associazione Italiana e all’interno dell’IBITA (International Bobath Instructors Training Association)

Il Concetto si è evoluto e la veloce acquisizione di conoscenze in merito al funzionamento del SNC e alle modalità di intervento riabilitativo ha portato alla necessità di revisione all’interno della Associazione di alcuni contenuti legati alla docenza e ad altri di tipo statutario ed organizzativo.

Le nuove modifiche Le potrete verificare all’interno del sito nella finestra “statuto”. E’ stato un lavoro lungo e difficile come sempre quando si apportano modifiche strutturali ad una associazione, ma pensiamo di aver fatto un lavoro tale da consentire una migliore applicazione delle finalità dell’associazione.

Il gruppo italiano ha ospitato a Firenze nel 2014 il 30° meeting internazionale dei docenti Bobath a cui hanno partecipato circa 200 Istruttori e il cui successo ha spinto tutti i membri della associazione italiana ad un produttivo confronto rispetto alle modalità di applicazione del concetto stesso nella clinica e nelle modalità didattiche di trasmissione del pensiero di Karel e Berta Bobath.

Nel 2016 all’interno dell’IBITA e dell’AIDB abbiamo avuto il piacere di accogliere cinque nuovi istruttori ed un nuovo docente di corsi avanzati a testimonianza dell’enorme impegno formativo svolto in questi anni da parte di tutti i membri del gruppo italiano.

Attualmente gli Istruttori IBITA in Italia sono 17  più 1 assistente in formazione.

Quattro docenti italiani sono inoltre attivamente coinvolti in comitati dell’associazione internazionale volti a promuovere, migliorare e regolamentare la qualità della formazione

Parallelamente al lavoro svolto dal gruppo docenti Bobath sul territorio italiano, all’interno della associazione internazionale docenti Bobath (IBITA), vi è stata in questi ultimi anni una profonda revisione delle regole inerenti il percorso formativo per la qualificazione alla docenza del concetto.

La modifica sostanziale è che da settembre 2017 la valutazione finale dei candidati istruttori non sarà più responsabilità di un unico docente abilitato alla qualificazione finale (Senior Instructor) ma di una commissione costituita da 6 membri di varie nazioni scelti e votati da commissioni interne all’IBITA.

Le motivazioni di tale cambiamento risiedono fondamentalmente nella necessità di fornire ai candidati istruttori una valutazione finale il più oggettiva possibile e di rendere la formazione dei candidati istruttori equanime dal punto di vista qualitativo, nel rispetto delle differenze socio-culturali dei paese di appartenenza dei singoli candidati.

In sintesi lo sforzo da parte dell’IBITA in questi anni è stato quello di “internazionalizzare” la formazione.  A fronte di questo, sempre all’interno dell’IBITA, si sono definiti nuovi steps formativi e percorsi di assistenza ai nuovi candidati volti ad una ottimizzazione dei processi formativi.

Questi cambiamenti nell’associazione internazionale hanno fatto emergere anche all’interno dell’associazione italiana il desiderio e la necessità di rendere la formazione dei nuovi assistenti maggiormente condivisa tra tutti i docenti e più in linea negli steps formativi al percorso internazionale, al fine di migliorarne la qualità.

A questo proposito all’inizio del 2016 ed in concomitanza con la revisione dello statuto dell’associazione è stata istituito all’interno della Associazione Italiana Docenti Bobath un Comitato per la Formazione dei Candidati Istruttori composto da 4 membri il cui scopo è quello di vagliare collegialmente le richieste di ammissione e di seguire il percorso formativo dei singoli candidati.

Nello specifico il Comitato per la Formazione dei Candidati Istruttori (art.8 sez.2 punto 5 dello Statuto dell’associazione)

  • è composto da 4 membri eletti dall’assemblea, più il presidente
  • segue il percorso di formazione che ciascun Candidato Istruttore realizza dal momento dell’ingresso a quello della qualifica, secondo il regolamento stabilito dall’Assemblea
  • raccoglie le esigenze formative portate dagli istruttori candidati in itinere e rielabora costantemente il piano di formazione del singolo candidato
  • favorisce la diversificazione delle esperienze formative del candidato, attraverso un percorso condiviso tra più istruttori
  • dura in carica 3 anni, rinnovabili
  • Il comitato FCI propone in dettaglio il regolamento con le procedure legate all’accettazione di nuovi candidati e le linee guida di ciascun percorso formativo che dovranno essere vagliate e approvate dall’Assemblea generale

La nascita del Comitato FCI è nata in relazione alla necessità di armonizzare i percorsi formativi dei nuovi-futuri docenti italiani secondo le modifiche del percorso varate all’interno dell’IBITA fornendo ai candidati un percorso di qualità e coerente con i contenuti del core curriculum suggerito dal regolamento IBITA e proporre durante la docenza ufficiale del Concetto Bobath modelli di ragionamento clinico basato su una letteratura aggiornata.

La forte necessità di condividere tra tutti i docenti il percorso formativo dei singoli candidati e la consapevolezza dell’impegno che questo comporta ci ha imposto di optare per una prima selezione dei candidati attraverso un esame di ammissione in cui verranno valutate le qualità dei singoli candidati in prospettiva formativa.

Quello che è importante sottolineare è che la procedura di ammissione al percorso di formazione rappresenta unicamente una modalità condivisa da tutti i membri dell’associazione italiana docenti Bobath, per cui tutti i membri della associazione si mettono a disposizione dei candidati ammessi per accompagnarli e supportarli nel percorso formativo IBITA. Le procedure per l’abilitazione alla docenza sono quelle definite dall’ IBITA)

 

Per la procedura di ammissione alla valutazione iniziale è richiesta:

  1. Lettera di intenti come da modello da scaricarsi qui > (domanda di ammissione)
  2. Curriculum vitae in formato europeo specificando la dicitura “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”
  3. Foto tessera da inviarsi in modalità informatica
  4. Copia dei diplomi inerente il corso base e i corsi avanzati
  5. Eventuali certificazioni di Livello della conoscenza della lingua inglese emesso da strutture accreditate alla certificazione
  6. Modulo per l’autorizzazione ai dati personali da scaricarsi qui > (trattamento dati personali)

L’allegato 5 è da ritenersi opzionale e non rappresenta criterio per l’esclusione all’ammissione alla valutazione iniziale né rappresenta criterio discriminante per l’accesso al percorso formativo

La conoscenza della lingua inglese, essenziale per la lettura della letteratura internazionale e per consentire la comunicazione con gli altri membri IBITA, verrà considerata abilità di base una volta che il candidato avrà iniziato il percorso formativo.

I documenti dovranno essere inviati tramite posta elettronica al presidente della associazione Alba Magri all’indirizzo albamagri@libero.it  entro e non oltre il 15 marzo 2017

I documenti dovranno essere ripresentati in modalità cartacea in sede di valutazione con firma dei documenti in originale.

Modalità di accesso:

  1. La valutazione per l’accesso al percorso formativo verrà effettuato dai membri in numero di 4 del Comitato FCI
  2. Il numero massimo di ammessi al percorso formativo è in numero di 2
  3. Il criterio di ammissione al percorso formativo è da ritenersi l’accordo di almeno 3 membri del Comitato FCI
  4. La valutazione dei candidati verrà effettuata collegialmente dai membri del Comitato FCI e condivisa con tutti i membri della associazione durante il meeting annuale
  5. L’accesso al percorso formativo da parte dei candidati implica l’accettazione delle regole internazionali definite dall’IBITA
  6. La procedura di ammissione avverrà nel corso di giornate dedicate alla valutazione dei candidati in data e luogo che verranno comunicate ai candidati entro e non oltre un mese dall’accettazione della candidatura
  7. La procedura di ammissione prevede da parte del candidato:
    A. La presentazione di una lezione in power point su un argomento assegnato dal Comitato  FCI e comunicato al candidato al momento della conferma della sua ammissione specificando i tempi e modi della presentazione
    B. Presentazione di un caso clinico in power point (case report) da svolgersi secondo modi e tempi comunicati al candidato al momento della conferma della sua ammissione
    C. Lo svolgimento di un trattamento di un paziente svolto dal candidato di fronte al Comitato FCI
  8. I criteri di valutazione verranno comunicati dal Comitato stesso al momento dell’accettazione della domanda
  9. L’esito della valutazione verrà comunicata ai candidati tramite mail entro i 10 giorni successivi la data di esame
  10. La non ammissione al percorso formativo non preclude ai candidati l’accesso futuro alla formazione previa ripresentazione della domanda nel corso dell’anno successivo

In attesa di vostra gradita richiesta di ammissione auguriamo a nome di tutti i membri AIDB un 2017 ricco di soddisfazioni personali e professionali

Cordialmente
Il Comitato per la Formazione AIDB

Cesana Luca
Magri Alba
Morelli Monica
Vernetti Honorè